Sei un ente? Accedi o Registrati

Biblioteca provinciale dell’Aquila

Patrimonio Storico Artistico

Biblioteca provinciale dell’Aquila

Proteggere e restituire all’umanità il patrimonio del sapere

La parola scritta è sempre portatrice di sviluppo. Oggi con la tecnologia è possibile proteggerla e custodirla per sempre, per tramandarla alle nuove generazioni.

Status del progetto

100%

Data di partenza

04.2013

Durata

14 mesi

Dove

L'Aquila

Valore del progetto

€ 750.000

Contributo

€ 600.000

Morte e distruzione sono ciò che il sisma del 6 aprile 2009 ha lasciato dietro di sé nell’Aquilano. Fondazione TIM, decisa a dare il suo contributo, ha sposato la causa della storica Biblioteca Salvatore Tommasi dell’Aquila, al fine di restituire alla cittadinanza un patrimonio culturale di inestimabile portata con i suoi 260.000, 2.289 periodici, oltre a documentari e resoconti regionali in formato audiovisivo.

La Biblioteca dell’Aquila venne fondata nel 1848 e nel 1883 venne allestita all’interno dello storico Palazzo del Convitto, in dedica al medico e professore universitario Salvatore Tommasi. Il 26 settembre 2011 è stata spostata nella vicina frazione di Bazzano, a causa dei danni dal sisma.

Il progetto di Fondazione TIM prevede che l’ingente patrimonio della Biblioteca venga recuperato mediante la digitalizzazione di tutti i volumi e l’erogazione 12 borse di studio e 2 assegni di ricerca per l’analisi scientifica, la scansione e l’indicizzazione semantica dei testi.

L’attività di indicizzazione avviene attraverso una piattaforma di crowdsourcing operativo, sulla quale studenti e cittadini aquilani possano trascrivere gli antichi testi una volta scansionati.

Coinvolgendo le scuole, creando una biblioteca per ragazzi ed uno spazio didattico dedicato ai giovani lettori, il progetto finanziato da Fondazione TIM si propone di offrire opportunità di aggregazione e crescita culturale attorno al patrimonio documentario della Biblioteca.

Anche l’Università degli Studi dell’Aquila prende parte all’opera di diffusione collettiva del patrimonio culturale attraverso l’istituzione di tirocini e crediti formativi per gli studenti che vogliano svolgere attività presso la Biblioteca.

Nel progetto sono coinvolti anche l’Istituto Abruzzese di Storia Musicale e l’Unione Ciechi e Ipovedenti, che collaborano per organizzare eventi mirati alla valorizzazione delle diverse sezioni della Biblioteca provinciale dell’Aquila. La Regione Abruzzo contribuisce finanziando il conseguimento della patente ad autisti della Regione per istituire un servizio di navetta da e per la Biblioteca allestita nei locali di Bazzano.