Social Empowerment
il progetto

Consultorio Gratuito per adolescenti ritirati che abusano delle nuove tecnologie

Cooperativa Sociale Minotauro

I servizi pubblici (Asl, consultori, servizi sociali) faticano a rispondere alla quantità di richieste di intervento e sostegno psicologico ai minori in difficoltà e alle loro famiglie.
È necessario rintracciare delle risposte specifiche e competenti per le nuove e complesse forme di disagio adolescenziale ancora poco conosciute e offrire una rete di intervento tempestiva e capace di rispondere a questi problemi.
Le famiglie meno abbienti, in particolare, hanno diritto e necessità di accedere a percorsi psicoterapeutici adeguati alla specifica fase evolutiva.

Nell’epoca attuale, soprattutto tra gli adolescenti definiti "nativi digitali", perché nati e cresciuti in un'epoca dominata e caratterizzata dall'ampia diffusione di Internet e delle nuove tecnologie digitali, i contesti educativi e gli adulti che si ritrovano a fronteggiare situazioni di crisi nell’area dell’iperutilizzo di questi mezzi, rischiano a volte, per mancanza di un’adeguata e specifica competenza, di demonizzare tali strumenti e di non coglierne le potenzialità evolutive preziose.

L'intervento sui ragazzi ritirati, che facilmente abusano di internet e delle nuove tecnologie, si inserisce nel quadro più ampio delle finalità del consultorio gratuito che intende offrire un servizio di consultazione e psicoterapia ad adolescenti che attaccano il sé e la propria immagine corporea. Le aree di intervento riguardano, oltre il ritiro sociale, i disturbi alimentari, il rischio suicidale e i comportamenti autolesivi.
Il servizio prevede il coinvolgimento dei genitori con l'offerta di un sostegno al ruolo materno e paterno e con la possibilità di interventi su altri membri del nucleo famigliare e del contesto di vita dell’adolescente (insegnanti, allenatori, etc).
Il servizio si rivolge alle famiglie appartenenti alle fasce economicamente deboli, con un reddito ISEE inferiore ai 20.000 euro.

Il progetto della Cooperativa Minotauro, ad implementazione del servizio di consultazione e psicoterapia per gli adolescenti, prevede anche una ricerca-intervento con la raccolta di dati di tipo qualitativo (materiale clinico proveniente da colloqui e test psicologici) relativi ai casi di ritiro e ai modi di utilizzo delle nuove tecnologie con i significati simbolici, affettivi ed evolutivi che l’accompagnano.

Gli obiettivi principali del progetto sono, quindi:
• miglioramento della situazione di isolamento e del benessere psicoaffettivo del ragazzo;
• reinserimento sociale;
• miglioramento della relazione con i genitori.

L’attività di consultazione psicoterapeutica può aiutare la comprensione del significato evolutivo del mezzo tecnologico e come possa essere utilizzato nelle situazioni di crisi.
Le conclusioni della ricerca sul ritiro sociale e sull’abuso delle nuove tecnologie mirano a diffondere l’idea che la rete e i nuovi mezzi di comunicazione rappresentino una risorsa preziosa e un aiuto alla crescita per gli adolescenti barricati in casa a causa del loro profondo disagio.
I risultati di questa ricerca potranno essere messi in rete, a disposizione degli utenti con i quali instaurare un’interazione e degli approfondimenti.

"L'intervento clinico con i ragazzi ritirati"
Considerazioni a partire dalla ricerca-intervento condotta dall'équipe del Consultorio Gratuito e dal Laboratori della Cooperativa Minotauro.

Per ulteriori informazioni sul progetto è possibile consultare la pagina dedicata sul sito della Cooperativa. QUI
www.minotauro.it