Sei un ente? Accedi o Registrati

I linguaggi della contemporaneità

Istruzione

I linguaggi della contemporaneità

Rinvigorire e aggiornare la didattica della Storia Contemporanea nelle scuole superiori

Il progetto della Fondazione per la Scuola - Compagnia di San Paolo per rinvigorire e aggiornare la didattica della Storia Contemporanea nelle scuole superiori.

Il progetto ha l’obiettivo principale di rinvigorire e aggiornare la didattica della Storia Contemporanea nelle scuole superiori, oltrepassando i limiti del binomio manuale-lezione frontale attraverso un’appropriata integrazione delle strategie narrative tratte da fonti televisive, cinematografiche, teatrali, fotografia, letterarie. 

Nel 2015, I linguaggi della contemporaneità giunge alla sua terza edizione.
Per quest’anno, la Fondazione per la Scuola - Compagnia di San Paolo ha previsto un significativo ampliamento del protocollo utilizzato finora: la filosofia didattica di base dell’iniziativa resta la stessa, ma le prospettive concettuali e di ricerca e gli ambiti di lavoro e produzione sono stati ripensati e ricalibrati in modo da tenere conto del medium contemporaneo per eccellenza: la rete digitale.

Questa evoluzione del progetto non si limita a trasferire sulla Rete buona parte delle fasi di lavoro svolte dalle classi coinvolte, o a ripensare in senso social-mediatico le dinamiche di formazione e comunicazione tra tutor, insegnanti ed alunni. Il progetto rinnovato ha, infatti, come obiettivo primario quello di fornire un sopporto di risorse e competenze ai docenti nell’accompagnare i loro studenti in un’esplorazione consapevole e ragionata di quell’infinito e spesso ambiguo repositry di informazioni e documenti che è il World Wide Web, insegnando loro a scegliere con coscienza i siti cui affidarsi e a distinguere le risorse attendibili dalle fonti scadenti.

Le attività previste

La 3^ Edizione de I Linguaggi della Contemporaneità ha come tema storiografico le guerre della contemporaneità, ovvero i conflitti bellici successivi al crollo del Muro e al collasso della superpotenza Sovietica. Il progetto mantiene la struttura in forma di bando a concorso delle precedenti edizioni. Le 15 classi che parteciperanno al progetto elaboreranno una proposta multimediale legata ad uno specifico conflitto moderno (dalla Prima Guerra del Golfo agli scontri in Siria ed Ucraina) sfruttando le possibilità di interazione e complementarietà offerte da una piattaforma sociale digitale. Le attività saranno inaugurate dall’Accademia iniziale durante la quale gli storici del team del Professor DeLuna descriveranno le opportunità didattiche insite nell’uso dei media contemporanei come fonti storiografiche. All’Accademia seguirà a partire da quest’anno una nuova serie di incontri formativi preparati dai professori DeLuna e Lana, in cui saranno affrontati più direttamente tematiche relative alle metodologie della ricerca storiografica e all’uso della Rete a fini didattici: in queste occasioni verranno forniti ai docenti una serie di strumenti utili per aiutare le loro classi a muoversi nell’infinita offerta informativa di Internet.

Per approfondire
http://www.fondazionescuola.it

logo 2

Obiettivi

Da un lato esso mantiene l’ambizione originaria di fornire uno stimolo competente verso una didattica della Storia Contemporanea aggiornata rispetto ai linguaggi mediatici più vicini a giovani di oggi, superando i limiti della lezione frontale e sostanziando la narrazione storica di materiale letterario, musicale, cinematografico. Dall’altro, con la scelta di trasferire completamente all’interno di piattaforme social-digitali lo svolgimento dei lavori delle classi coinvolte, il progetto non solo farà proprio il frame mediatico ormai in assoluto più familiare agli studenti, ma assumerà tra i propri obiettivi primari l’impegno a seguire e educare i ragazzi nella consultazione e nell’uso delle fonti digitali, guidandoli nella loro ricerca di documenti tra l’infinita, spesso confusa ed a volte ambigua, offerta di dati del Web.

Infine, con l’elevazione de I Linguaggi della Contemporaneità a declinazione italiana del progetto Eustory, si intende mantenere e sviluppare il rapporto con la Fondazione Koerber in funzione di networking internazionale, e possibilmente accrescere il prestigio della Fondazione per la Scuola nello scenario presentandosi con progetti vincitori che si sono potuti avvalere di maggiori risorse e competenze rispetto agli anni precedenti.

Eustory

EustoryDa quest’anno il progetto I Linguaggi della Contemporaneità sarà direttamente associato alla XII edizione del concorso europeo di Storia Contemporanea Eustory: le due iniziative infatti si sovrapporranno, condividendo tematiche e classi partecipanti.

L’idea di questa convergenza di progetti sullo studio della storia, che ha incontrato il favore e l’interesse della Fondazione Koerber (coordinatrice europea del progetto Eustory), è stata soprattutto motivata dal successo ottenuto dall’utilizzo da parte della Fondazione per la Scuola di un approccio fortemente centrato sulle nuove tecnologie nella gestione dell’ultima edizione del capitolo italiano di Eustory. Fondere in un’unica iniziativa questi due progetti innovativi di promozione e sostegno dello studio della Storia Contemporanea permetterà di concentrare e condividere competenze ed energie, consentendo inoltre di moltiplicare le opportunità di studio (anche all’estero, tramite il network Eustory) per gli studenti vincitori.

Il progetto

sintesi progetto

Il lavoro vero e proprio degli studenti avverrà in contesto social-mediale, all’interno di una serie di ambienti di apprendimento ed interazione digitali costituiti attraverso la piattaforma di classi virtuali Edmodo, un social network realizzato specificamente per ospitare in sicurezza interazioni di matrice didattica. Le classi si aggregheranno a 3 a 3, per un totale di 5 diversi gruppi interscuola, definiti da un argomento storico comune (una declinazione del tema dei conflitti post-novecenteschi) ed instaureranno una collaborazione nella loro pagina Edmodo con scambi attivi e costanti nell’approfondimento del tema attraverso il reperimento e la condivisione ragionata di materiale multimediale online e non. Un supporto nei lavori online sarà inoltre fornito dai 5 tutor, esperti di storia contemporanea ma anche di comunicazione e didattica digitale, il cui compito principale è frequentare quotidianamente le classi virtuali ed intervenire nelle “conversazioni” commentando in itinere i materiali condivisi e valutandone affidabilità e valore dal punto di vista scientifico e comunicativo.

Una volta completati i lavori di studio e ricerca sugli argomenti scelti, l’idea è quella di realizzare all’interno di una Wiki Farm come Wikia o Wikispaces, un’ambiente wiki dedicato alle “Guerre della Contemporaneità”, le cui voci saranno costituite dai testi e dai materiali raccolti da tutte le classi coinvolte nel progetto.

L’ambiente digitale che risulterà al termine dei lavori 

  • il più rigoroso e coerente dal punto di vista storiografico nella selezione dei contenuti proposti e nei
    commenti e discussioni ad essi connessi, 
  • il più ricco, coinvolgente, interessante e vario nei contenuti, attraverso una proposta di materiali tratti
    da fonti mediatiche di diverso tipo, presentata in modo originale ed al contempo appropriata rispetto
    al tema trattato, 
  • il più attento ed abile nello sfruttare al meglio le possibilità di comunicazione e cooperazione
    messe a disposizione dall’ambiente digitale sociale, soprattutto in una prospettiva di lavoro
    vicendevolmente complementare,

sarà decretato vincitore da una commissione giudicante competente e di elevato profilo, e sarà al contempo indicato come miglior risultato del capitolo italiano del progetto Eustory.

 

Funzionamento