Lo Statuto di Fondazione TIM

Articolo 4

Attività strumentali, accessorie e connesse

La Fondazione può operare, in Italia e all’estero, nei modi e con gli strumenti che saranno, di volta in volta, ritenuti idonei per il conseguimento degli scopi statutari.

In particolare, per il perseguimento del proprio scopo, essa può:


a) richiedere ed utilizzare contributi, finanziamenti o altre erogazioni di ogni tipo e natura, sia privati che pubblici;
b) stipulare contratti, convenzioni, accordi o intese con soggetti pubblici e privati;
c) promuovere bandi e partecipare a bandi promossi da altri enti pubblici e privati;
d) collaborare con scuole, fondazioni, enti pubblici e privati interessati al perseguimento di iniziative coerenti con gli scopi statutari;

e) acquisire partecipazioni in società ed altri organismi italiani od esteri, nonché collaborare con e partecipare ad associazioni, enti od istituzioni, pubblici e privati, la cui attività sia rivolta, direttamente od indirettamente, al perseguimento di scopi analoghi, anche concorrendo alla loro costituzione;
f) amministrare e gestire beni mobili ed immobili di cui abbia la proprietà, il possesso, o la disponibilità in genere;
g) organizzare eventi;
h)  istituire premi e borse di studio;
i)  svolgere ogni altra attività idonea ovvero di supporto al perseguimento delle finalità istituzionali della Fondazione, fermo restando il divieto di compiere attività commerciali.


Le modalità e i criteri di perseguimento degli scopi statutari sono oggetto di determinazione da parte del Consiglio di Amministrazione.

Articolo 4 di 19

Codice Etico del Gruppo Telecom Italia

Fondazione TIM adotta il Codice Etico e la Policy Anticorruzione del Gruppo Telecom Italia.